ArbitriSportItaliani

Vai ai contenuti

Menu principale:

TROFEO LORENZO CESARI


22 maggio 2016. Una Domenica dalle sfumature particolari. E’ stato un grande successo, una splendida giornata all’insegna di sport e solidarietà. Presso lo sporting Club "La Coppa d'oro" di sant'angelo Romano  è andata in scena la II edizione del "Trofeo Lorenzo Cesari". Torneo che nasce nel ricordo di Lorenzo Cesari, dirigente dell' A.s.i, vice presidente dell' a.s.d. Arbitri Sport Italiani, arbitro e tifoso della Roma, scomparso prematuramente il 19 luglio 2013.
A partire dalle 8 del mattino il centro sportivo ha aperto le porte a tutti coloro che hanno avuto il piacere di partecipare alla donazione del sangue organizzata in collaborazione con la Croce Rossa Italiana. Negli spazi limitrofi ai campi si percepiva movimento. Di persone. Di idee. Di riflessioni.  Nell'aria si respirava creatività. Il tutto per rendere speciale e perfetta in ogni particolare la giornata dedicata all'amico Lorenzo.

La Domenica è proseguita con il quadrangolare dei bambini della A.S. Roma, dello Spes Mentana che ha partecipato con le sue due squadre e l' Academy Qualcio Roma. I Piccoli Amici 2006/07,hanno giocato nel rispetto delle regole, divertendosi e condividendo la loro passione per il gioco del calcio. Una bella giornata di sport dedicata alla sana competizione e ai valori che questo mondo è in grado di trasmettere. Inoltre a rendere ancor più preziosa questa manifestazione è stata anche una riffa organizzata durante la manifestazione. Una corsa alla solidarietà a cui invitati e genitori dei bambini hanno partecipato mostrando affetto e generosità. L'incasso è stato devoluto al reparto di oncologia pediatrica del Policlinico Gemelli di Roma.





Amichevole a Trigoria tra la prima squadra e la Rappresentativa di Mister Alberto De Rossi


Su questo evento in particolare abbiamo voluto sentire le emozioni provate dal direttore di gara Daniele Severi, Arbitro Internazionale A.S.I. dal 2015: “ Cosa dire sull’ esprienza arbitrale di Trigoria…. Sicuramente dire eccezionale risulterà banale, ma effettivamente è così. Io vengo da un ente di promozione sportiva quindi mai mi sarei sognato di dirigere una squadra di serie A come la Roma. Ci sono ottimi arbitri federali che dopo anni ed anni di grande carriera arbitrale non arrivano ad arbitrare nessuna squadra ad un livello professionistico. Sono stato fortunato sicuramente e credo che noi tutti come ASI dobbiamo essere orgogliosi della convocazione e dei complimenti fatti alla quaterna arbitrale di cui io ero il primo arbitro. Potrei dire talmente tante cose ma sarebbe semplicistico spiegare com’ è avere al proprio fianco, mentre giocano il pallone sul terreno di gioco, calciatori come Totti, Strootman o Perotti. Posso dire soltanto che mi sento fortunato ed ho cercato di godermi fino in fondo questa gara facendo semplicemente al meglio il mio lavoro di arbitro di calcio. Ancora non so dirvi cosa ho provato esattamente perché ero talmente concentrato nel dare il meglio di me che al mio triplice fischio la consideravo una gara come le altre. L’ unica differenza è c’ era qualche campione in campo. Lo stesso Mister Spalletti, è stato di una ospitalità e cortesia fantastiche, ringraziandoci a più riprese per la nostra disponibilità.  E per concludere, mi fa piacere sapere che, in un giorno futuro, avrò la possibilità di poter raccontare ai miei nipoti che Francesco Totti, con una semplicità e simpatia di un romano vero e proprio, durante la gara ha raccolto la monetina che avevo utilizzato per il sorteggio, restituendomela dicendo una simpatica battuta delle sue. Over the top ! Grazie a tutti!!” Lasciamo Daniele nel suo attuale stato misto tra l’ incredulo ed il paradisiaco e giusto per la cronaca l’ incontro si è chiuso sul risultato di tre a zero per la prima squadra.




TORNEO NAZIONALE TEAM ITALIA "VICTORY CUP"




Dal 25 marzo al 28 marzo nove associati sono partiti per quel di San Benedetto dl Tronto per dirigere il torneo nazionale riservato alle categorie pulcini, esordienti e giovanissimi. Il presidente Scatena come coordinatore del team arbitrale ha portato con sé Massimiani ( che ha diretto egregiamente la finale dei 2003 ), Ramacci ( ha diretto alla grande quella dei 2004 ), Marafina, Marocchi, La Rosa, l’arbitro nazionale Max Tonetto, Buonarrivo e Piacente. Tutte le finali si sono svolte all’ interno dello storico Stadio “Riviera delle Palme” della Sanbenedettese ed i fischietti dell’ A.S.I. hanno potuto utilizzare tutta la tecnologia a loro disposizione. Kit auricolari UEFA, tabellone luminoso per le sostituzioni, kit auricolari per gli arbitri addizionali di porta e le nuovissime bandierine elettroniche per gli assistenti arbitrali. Una quattro giorni che ha impegnato tutti i ragazzi designati dagli organi tecnici regionali Giorgio Pozzi e Claudio Signoretti ai quali il consiglio direttivo ha inviato una nota di merito per l’egregio lavoro svolto.




Incontro di beneficienza ad Avezzano della Nazionale Italiana Attori

Complimenti alla quaterna designata per l’ incontro della Nazionale Italiana Attori e la Nazionale Gay che si è svolto ad Avezzano il 12 marzo u.s. L’arbitro designato per l’ occasione è stato Luca di Stefano che, insieme a Gabriele Merico, Nello Moccia e Manuele Petricca hanno diretto egregiamente la gara a loro affidatagli.





Nuovamente al Fulvio Bernardini di Trigoria

Gli arbitri dell’ASI ancora una volta chiamati a dirigere una gara importante dentro il Centro sportivo giallorosso. Stavolta è una gara che vede impegnati i ragazzi di Mister De Rossi, la Primavera in amichevole con la selezione inglese della Nike Academy. Una partita avvincente e seguita in diretta TV su Roma canne che ha permesso di vedere la quaterna della nostra associazione sfornare una prestazione eccellente. A fine gara, infatti, il responsabile del Settore giovanile giallorosso, il mitico Bruno Conti, ha voluto ringraziare i nostri “ fischietti “ per la professionalità dimostrata. In effetti, i quattro ragazzi, estremamente puntuali e professionali, hanno ben diretto una gara gradevole, con l’ausilio degli auricolari in dotazione all’ UEFA, con l tabellone luminoso al quarto arbitro e parlando in lingua inglese anche con gli ospiti d’oltremanica. ( foto di marco su Roma canne e della terna ).





1° DONAZIONE E CREAZIONE DEL GRUPPO DONATORI SANGUE DELLA SEZIONE ARBITRI ASI ROMA “ LORENZO CESARI “.

Presso lo Sporting Club Coppa d’oro è avvenuta la prima donazione di sangue organizzata dalla nostra associazione a favore della Croce Rossa Italiana. Stefano Sabatini, ideatore dell’ evento, con l’ aiuto dei colleghi ha coordinato e sviluppato tutte le varie fasi della straordinaria giornata di festa. Dagli animatori per i figli dei donatori, alle colazioni al bar passando per l’ allestimento delle sale fino alla nascita del gruppo donatori è stata opera di Stefano e dei colleghi di buona volontà. Alla fine della giornata il risultato è stato raggiunto e superato e, tra sei mesi, diventerà una gradevole consuetudine.




Gli arbitri ASI varcano la soglia del Fulvio Bernardini

Continuano ad arrivare, direttamente e indirettamente, riconoscimenti all'egregio lavoro svolto dal Coordinamento Arbitrale del Comitato Provinciale ASI Roma. In un momento storico, sociale ed economico che, purtroppo, non permette un salto qualitativo a livello di innovazione, l’A.s.d. Arbitri Sport italiani, mossa dalla passione dei suoi associati, ha voluto scommettere sul futuro e sui  giovani aderenti al proprio sodalizio, tramite una formazione costante e un occhio alle nuove tendenze.
Questa attenzione ha portato anche squadre professionistiche di alto livello ad affidarsi all'ASD ASI Arbitri Sport Italiani.
Lo scorso 13 ottobre gli arbitri ASI hanno infatti varcato le soglie del Fulvio Berbardini, storico campo di allenamento dell'AS Roma, per dirigere con una quaterna arbitrale, l'incontro tra Roma Legends ( alla seconda amichevole in due giorni ) ed i Boston Braves.
Per la cronaca i direttori di gara hanno ricevuto i complimenti degli organizzatori "sfoggiando"  al Bernardini, come in tutte le manifestazioni organizzate sotto l'egida di ASI, auricolari di ultima generazione e tabelloni luminosi.
Una soddisfazione per il movimento diretto da Americo Scatena che punta con passione a coltivare i direttore di gara del futuro.


Un raduno pre-campionato “Spettacolare”

Tutti gli arbitri, gli assistenti arbitrali, gli osservatori ed i dirigenti dell’associazione hanno passato tre giorni a Grottammare, in provincia di Ascoli Piceno, in occasione del raduno pre-campionato della stagione sportiva 2015/2016. Al proprio arrivo all’ Hotel Parco dei Principi, tutti gli associati hanno potuto apprezzare il lavoro svolto nei mesi precedenti dalla commissione costituita “ad hoc” per il raduno e che è stata soprannominata “I fantastici 4”. In effetti, i responsabili della commissione voluta dal Presidente, Americo Scatena, erano arrivati nella location marchigiana già dal giorno prima in modo da far trovare a tutti i colleghi ed ai designatori in primis, ogni cosa al posto giusto e tutte le sale e campi da gioco già pronti al loro utilizzo. Infatti, grazie al lavoro svolto dalla commissione capitanata dalla vice presidente dell’associazione, Giada Fedeli, si è partiti con i lavori già dal venerdì pomeriggio come, d’altronde, il programma dettagliato prevedeva. Inoltre, i soci che sono riusciti ad arrivare prima dell’ orario previsto hanno potuto apprezzare la spiaggia e fare un bagno al mare oppure in piscina. Svolte le pratiche burocratiche relative all’accoglienza e sistemazione in albergo, ci si è visti tutti in aula pronti per ricevere le prime direttive tecniche da parte di Claudio Signoretti e quelle comportamentali diramate dal Presidente. La cena associativa per tutti i colleghi e successivamente la serata libera hanno chiuso il primo giorno di raduno. La mattina del sabato, ancora aula con la visione e lo studio di molti filmati relativi alla regola 12. La discussione tra i soci e le direttive impartite dagli Organi tecnici si sono protatti in maniera costante fino all’intervento in aula degli Ospiti. Quest’anno la commissione ha deciso di invitare gli organizzatori dei tornei ove i propri associati vanno a dirigere gare. Infatti per due ore filate si è discusso con i “fischietti” dell’ A.S.I. di quel che un organizzatore vuole da un suo collaboratore-arbitro. Alle 12.00 in punto sono iniziate le visite mediche per tutti gli associati che sono poi, terminate il giorno successivo. L’intervento del medico della domenica mattina, è stato come al solito molto apprezzato, anche in considerazione della specificità degli argomenti basati sugli aspetti che più possono interessare la performance arbitrale. Dopo il pranzo del sabato e le naturali “foto di gruppo” si è tornati in aula per ricevere altre disposizioni dai designatori e svolgere i famigerati quiz tecnici preparati per l’occasione. I quiz, ovviamente, vertevano su casistiche di tutte le discipline calcistiche  comprese le novità regolamentari del calcio e le disposizioni tecniche impartite dai dirigenti federali per la stagione che sta per partire. Nel pomeriggio tutti i presenti al raduno, ospiti compresi, si sono trasferiti in auto nel comune di Ortezzano, un paesino in provincia di Fermo, dove si è svolta la famosa “Festa del Vino” evento ormai decennale e per il quale questo delizioso paese di seicento anime viene invaso per un weekend da decine di migliaia di persone provenienti da mezza europa. Una serata all’insegna dell’amicizia e dello spirito aggregativo che, da sempre, contraddistingue l’ associazione sportiva dilettantistica Arbitri Sport Italiani. I dirigenti dell’associazione e gli arbitri tutti, ringraziano la Pro-loco di Ortezzano per le belle parole usate nei loro confronti nella e-mail di ringraziamento ricevuta nei giorni a seguire dai responsabili dell’Ente marchigiano. La domenica mattina, dopo consueti test atletici per gli arbitri, dopo le disposizioni ”sul campo” sullo spostamento ideale dell’arbitro di calcio a cinque ( da solo oppure in coppia ) e degli assistenti arbitrali, ci si è dati appuntamento in aula per sviscerare i casi tecnici accaduti ai propri tesserati in occasione di queste prime giornate della nuova stagione sportiva. Americo Scatena, ha voluto, poi,  ricordare l’importanza del Codice Etico dell’A.S.I. e relativo codice di comportamento voluto e scritto insieme al compianto Lorenzo Cesari nel 2009 e dell’ importanza del cartellino verde ASI, istituito tre anni fa, dal settore calcio dell’ASI Nazionale in merito al fair play. Hanno parlato poi, in ordine di convocazione Manuele e Marco, responsabili degli eventi aggregativi, ai quali si è da quest’anno aggiunto anche l’ottimo Simone Marafina. Successivamente, la vice presidente Dott.ssa Giada Fedeli che ha voluto fortemente puntualizzare chi è l’arbitro appartenente all’associazione Arbitri Sport Italiani,specificando le caratteristiche umane che questi devono avere.
Raffaela e Maria Antonietta si sono soffermate sull’importanza degli adempimenti amministrativi dei singoli soci mentre Andrea Fiorentini, dopo aver ringraziato Francesco per il ruolo che andrà a ricoprire come suo successore agli Osservatori, ha specificato cosa andrà a fare attraverso la nuova commissione risorse e progetti. Infine, Stefano e Nello hanno voluto soffermarsi su quali caratteristiche tecniche ed umane devono avere gli assistenti di cui sono responsabili.  Le disposizioni organizzative emanate dagli OO.TT. e la comunicazione agli arbitri dei buoni risultati sia sui quiz tecnici che sui video-test hanno preceduto il pranzo finale del raduno con foto di gruppo con l’immancabile torta di buon auspicio per la stagione sportiva che tutti gli associati dell’ A.s.d. Arbitri Sport Italiani si stanno accingendo a vivere da protagonisti. Prima di lasciare il fantastico albergo che ha ospitato i soci dell’ associazione un saluto è stato fatto a coloro che per vari motivi non sono potuti essere a Grottammare ed un saluto in tele-conferenza è stato inviato al Consigliere Marco Fioravanti, alle prese con i postumi di un’operazione chirurgica.  Un ringraziamento da parte della presidenza va a tutti coloro che hanno permesso questo raduno che, dal punto di vista amministrativo, tecnico e soprattutto aggregativo può considerarsi davvero SPETTACOLARE.


Una squadra di successo batte con un solo cuore!!!


Aggiornate al 07 Giugno 2016

VUOI DIVENTARE UN ARBITRO DI CAMPIONATI AMATORIALI? CONTATTACI E PARTECIPA AL CORSO DI FORMAZIONE PER DIVENTARE ARBITRO DI CALCIO E CALCIO A 5

Arbitro …… uno sport come nessun altro !


Invertendo una tendenza che vede una crisi di vocazioni in questa difficile attività, la Arbitri Sport Italiani deve indire un nuovo corso arbitri per formarli e lanciarli nell’affascinante ruolo di direttore di gara.  Scoprirai un modo unico di fare sport all’interno di un gruppo contraddistinto da valori quali rispetto, amicizia e professionalità. Il corso, aperto ad uomini e donne e tenuto da docenti altamente qualificati,  si svolgerà presso la Sede dell’A.s.d. Arbitri Sport Italiani di Fonte Nuova.  La prima lezione si svolgerà il 29 Agosto 2015 ed il termine del corso sarà il 13 Dicembre 2015.  Il numero di posti è  limitato. Cosa aspetti? Se hai un’età compresa tra i 22 ed i 55 anni contatta subito i responsabili del corso ai numeri sotto indicati ed inizia un’avventura che ti porterà molti benefici e che ti accompagnerà per tutta la vita.



(Maggiori informazioni nella sezione "FORMAZIONE")
Cell.347.70.90000    E-mail: info@arbitrisportitaliani.it



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu